Il Blog di Fabbriche Mobili | UNIRE IL SALOTTO E LA SALA DA PRANZO
16493
post-template-default,single,single-post,postid-16493,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive

UNIRE IL SALOTTO E LA SALA DA PRANZO

Monolocale

Salotto e sala da pranzo uniti

Per scelta o per necessità la soluzione d’arredo che vede sala da pranzo e il salotto uniti è sempre più diffusa. Sia nelle moderne abitazioni che nelle ristrutturazioni gli open-space tendono a dominare le scelte architettoniche di proprietari e designer divenendo parte della nostra vita quotidiana. L’open-space è moderno, luminoso funzionale e favorisce la socializzazione. Mangiare, rilassarsi, accogliere gli ospiti, lavorare può avvenire tutto in un unico ambiente.

Funzionalità

L’open-space deve essere bello e accogliente ma i mobili dal design ricercato servono a ben poco se non sono funzionali. Valuta gli spazi, puoi aiutarti disegnando la planimetria su un foglio di carta tenendo conto di finestre e porte, per poi disegnare i mobili del soggiorno e della sala da pranzo. In questo modo avrai un’idea chiara di quali mobili acquistare per il tuo open-space. Alcuni consigli?

  • Il tavolo da pranzo deve essere posizionato vicino alla cucina;
  • Deve essere lasciato abbastanza spazio per consentire movimenti liberi;
  • Salotto e sala da pranzo condividono sì lo stesso ambiente ma nella loro connessione devi creare un divisione visiva.

Dividi parzialmente le aree

Se desideri creare uno stacco tra i due diversi ambienti, sala da pranzo e salotto, puoi utilizzare dei mobili come divisori. Dividi parzialmente l’open-space con una libreria, un divano o una cassapanca, creerai due aree distinte ma non solo, darai al tuo ambiente un tocco decorativo più ricercato.

Mantieni una continuità con stili e colori

Stiamo parlando di due elementi d’arredo uniti in un unico ambiente. Ecco perché, seppur hanno due funzioni diverse, devi mantenere una continuità stilistica. Non solo nella scelta dei mobili ma anche dei colori. Scegli un solo colore dominante e gioca con le sue sfumature o colori complementari.

Raggruppa i mobili per funzione

Segui lo schema secondo il quale i mobili della sala da pranzo vanno ben disposti in una determinata area mentre quelli del soggiorno in un’altra. Senza creare effetti caotici e confusionari.

I mobili nel dettaglio

IL DIVANO
Il classico posto del divano è lungo il muro, soprattutto negli ambienti piccoli allunga otticamente la stanza. Tuttavia come abbiamo consigliato prima negli open-space, un’ottima alternativa è posizionare il divano come divisorio al centro della stanza creando una netta separazione tra sala da pranzo e salotto.

TAVOLO DA PRANZO
La posizione ottimale per un tavolo da pranzo è vicino ad una finestra in modo da poter godere della luce naturale. In caso di spazi ristretti puoi spingere il tavolo con un lato attaccato al muro e spostarlo solo nel caso in cui vi siano ospiti in casa.

TELEVISORE
Non c’è salotto senza televisore. Va posizionato frontalmente al divano ma lontano dalla finestra altrimenti le visione potrebbe non essere nitida. Molti non amano pranzare con la televisione accesa oppure nella stessa stanza. Alternativa che può essere ovviata utilizzando un mobile per tv chiuso.

SCAFFALI
C’è uno scaffale o una libreria in ogni salotto. Posizionati lungo il muro o come divisorio permette di esporre libri ed oggetti decorativi. Un’alternativa negli ambienti piccoli sono le mensole, posizionate in altezza non creano alcun tipo di ingombro.

3 stili di open-space

MODERNO

NORDICO

CLASSICO