Il Blog di Fabbriche Mobili | COME ILLUMINARE IL BAGNO
16356
post-template-default,single,single-post,postid-16356,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive

COME ILLUMINARE IL BAGNO

Il bagno e un’illuminazione da protagonista

Sfatando i miti del passato, oggi il bagno è una delle stanze principali dell’abitazione. Per alcuni un’oasi di benessere, per altri rifugio dal caos di casa. Per i più fortunati che possiedono una doccia emozionale o una vasca idromassaggio è un luogo di puro relax e piacere. Possiamo quasi definirlo una piccola “spa” domestica.

In una società dove la cura del corpo e di se stessi assume sempre più maggior rilievo, il bagno ha visto una rivalutazione del proprio ambiente diventando protagonista nelle abitazioni.

L’illuminazione

L’illuminazione in bagno gioca un ruolo fondamentale. Fattore che spesso trascuriamo quando arrediamo qualunque stanza, l’illuminazione è fondamentale per rendere un ambiente piacevole. La prima netta distinzione che dobbiamo fare è tra luce naturale e luce artificiale.

LA LUCE NATURALE

La maggior parte dei bagni ha una scarsa luce naturale. Le dimensioni delle finestre sono ridotte, giustificato da una questione di privacy. Tuttavia sono sempre più diffusi i famosi “bagni ciechi”, viste le piccole dimensioni delle nuove abitazioni.
In queste situazioni è fondamentale creare un buon impianto di illuminazione sopperendo alla mancanza della luce naturale.

LA LUCE ARTIFICIALE

Quando parliamo di luce artificiale dobbiamo fare una distinzione tra la luce diffusa e la luce localizzata.

La prima è volta ad illuminare l’intero ambiente in modo uniforme e diffuso: stiamo parlando della classica illuminazione “a soffitto”. A seconda dello stile del tuo bagno potrai scegliere tra faretti a led, lampadari pendenti o semplici plafoniere.

La seconda tipologia di illuminazione è quella volta ad evidenziare le zone principali e più funzionali del tuo bagno, quindi, la doccia e l’area lavabo-specchiera. Truccarsi o farsi la barba al buio non deve essere di certo un’esperienza piacevole!

UN BAGNO DI EMOZIONI

Un altro tipo di illuminazione ancora poco diffusa negli ambienti domestici è quella emozionale. Fa fede ai principi della cromoterapia, teoria seconda la quale i diversi tipi di colore hanno un’influenza sul nostro corpo e la nostra mente, apportando benefici specifici a seconda dei differenti colori.

I colori come il rosso, verde, arancione servono per apportare maggiore energia quando manca. Mentre i colori freddi come il verde scuro, blu e viola attenuano un eccesso di energia. L’illuminazione emozionale è a led e viene inserita nel vano doccia o vasca.

DUE ERRORI DA EVITARE

Fabbriche Mobili ti consiglia:

1. Illuminazione ed arredo del bagno vanno di pari passo. Quando decidi di acquistare i tuoi mobili per il bagno cerca di pensare anche a come illuminare il tuo ambiente. In questo modo eviterai di comprare complementi d’arredo troppo grandi che limitano l’illuminazione o di fare acquisti anticipati come lampade da terra, led o lampadari che stonano con lo stile scelto.

2. Al primo posto sempre la sicurezza. Il bagno è un ambiente delicato e come ben sappiamo elettricità ed acqua non godono di un buon rapporto. Evita il “fai da te” ed affidati ad un esperto. Fili in vista e montaggi errati potrebbero metterti in pericolo. Controlla sempre il grado di protezione IP delle luci che vuoi mettere in bagno.